Sanità: bambino del Malawi operato e salvato a Bergamo grazie alla solidarietà

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
africa

Una storia dal lieto fine quella che vede protagonista il piccolo Junior di 5 anni, che ad agosto è stato trasportato e operato al cuore presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, e che può finalmente dirsi salvo. Junior era affetto da una patologia cardiaca che, con l’avanzare dell’età, avrebbe certamente potuto causargli dei problemi di salute seri; un problema che necessitava di cure immediate che era molto difficile potergli fornire a casa sua.

Così, grazie all’eccezionale lavoro dell’associazione bergamasca “Insieme per il Malawi Onlus”, che dal 2005 opera nella diocesi di Mangochi e che è stata ufficialmente riconosciuta dal governo della nazione, e dopo l’ok ricevuto da Regione Lombardia per sostenere l’intera operazione, Junior ha potuto sottoporsi all’intervento realizzato dal dottor Francesco Seddio.

Il Covid-19 e tutto quello che ne è conseguito, non ha certamente facilitato il lavoro dei medici e della famiglia di Junior che, dopo qualche giorno di degenza e qualche settimana di monitoraggio in Italia, rispettando tutte le procedure e i protocolli dovuti alla pandemia, sono finalmente potuti tornare a casa. Una storia davvero straordinaria, come straordinario è il lavoro che compie quotidianamente l’associazione “Insieme per il Malawi Onlus”, che da anni opera nello stato africano non solo a livello sanitario, ma anche nel settore scolastico e delle infrastrutture, per rendere la popolazione locale il più possibile autonoma.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Non smetterò mai di sottolineare l’impegno delle regioni e dei

Una colonna di fumo si è alzata nella mattinata di

70,8 milioni: sono le persone che, secondo le rilevazioni dell’UNHCR

Non solo il ‘format’ con la scaletta di interventi tutta

Diciannove milioni e 200 mila euro per completare il porto

A 10 giorni dal disastro ferroviario di Livraga, in cui

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.