SANITÀ: scongiurare chiusura chirurgia a Villa D’Agri e Ginecologia a Matera

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
braia

“La gente lucana sta per spazientirsi. Dopo l’hospice di Stigliano, le mancate verità sulla radioterapia a Matera e il balletto, risolto, del servizio psichiatrico Matera-Policoro, ora tocca al reparto ginecologia di Matera e alla chirurgia del presidio ospedaliero Val D’Agri”.

E’ il commento del consigliere regionale Luca Braia (Avanti Basilicata) che aggiunge: “L’assessore Leone e i suoi dg ci dicano cosa intendono fare. Intendono forse chiudere in un colpo solo sia l’attività chirurgica e i trasferimenti secondari nel p.o. di Villa d’Agri che il reparto ginecologia dell’ospedale di Matera riallocando il personale in altre unità operative? Noi vorremmo evitare di presentare interrogazioni che, come dice il consigliere Bellettieri, danno troppo lavoro agli uffici regionali”.

“Ci vediamo però costretti – dice – per ruolo e funzione, anche questa volta, a presentare una interrogazione urgente, insieme ai colleghi Cifarelli e Polese, per chiedere lumi in merito alla sospensione dell’attività chirurgica p.o. di Villa d’Agri e alla chiusura del reparto ginecologia ospedale Madonna delle Grazie di Matera”.

“Augurandoci, ad ogni modo, che l’assessore – conclude Luca Braia – sia già al lavoro per ricercare soluzioni alternative che permettano di far rimanere funzionali e garantire i servizi non banali, in entrambi i presidi ospedalieri, nei mesi estivi, in due territori in cui aumenta, tra l’altro, esponenzialmente la popolazione turistica in aggiunta a quella residente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore allo Sviluppo

Nell’approssimarsi della scadenza elettorale del 26 maggio (elezioni europee e

Il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, ha firmato

L’atleta sassarese si aggiudica il confronto sul ring di piazza

INATTUATE LE DIFFIDE INVIATE DALL’ASSOCIAZIONE FIN DAL 2015 PER APPLICARE

“Me tasto se ghe son”, ovvero mi tocco se ci

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.