Scandalo Csm, Giorgia Meloni fa tabula rasa. Chi è coinvolto si deve dimettere

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
meloni

«Fratelli d’Italia raccoglie l’invito del Presidente della Repubblica Mattarella a riformare i criteri di composizione del CSM per mettere fine al cancro delle correnti e al mercanteggiamento di poltrone e incarichi. Chiediamo, inoltre, le immediate dimissioni di tutti i magistrati del Csm coinvolti a vario titolo nello scandalo. Le nostre proposte sono semplici e siamo pronti a metterci subito al lavoro: sorteggio per le nomine in seno al Csm per porre fine alla logica spartitoria tra correnti, stop alle porte girevoli tra magistratura e politica e fine della figura del magistrato fuori ruolo in prestito ai ministeri. Sono riforme necessarie per mettere fine al pericoloso intreccio fra magistratura e politica e restituire ai tantissimi magistrati che ogni giorno servono lo Stato la credibilità e la dignità che meritano. Vogliamo farlo nell’interesse dell’Italia e degli italiani e vedremo in Parlamento chi insieme a noi è disponibile a darci una mano». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia,
Giorgia
Meloni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Wolfgang Schäuble. Discuteremo dei principali temi di attualità europea e

Secondo un recentissimo studio dell’Agenzia internazionale per l’energia rinnovabile (IRENA),

Per l’incontro di calcio Juventus-Fiorentina di domenica 2 febbraio, connotato

Disse quello che ha speso 167 mila euro in messaggi

E dopo la Sicilia oggi sono in Sardegna, sempre per

l’ARRESTO, da parte della Guardia di Finanza, del direttore dell’Ente

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.