ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

SE IN LOMBARDIA SONO STATE INTERROTTE LE LEZIONI IN PRESENZA È PERCHÉ È MANCATA L’ORGANIZZAZIONE DA PARTE DELLA REGIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
trasporti

TRASPORTI: PIZZUL (PD), “SE IN LOMBARDIA SONO STATE INTERROTTE LE LEZIONI IN PRESENZA È PERCHÉ È MANCATA L’ORGANIZZAZIONE DA PARTE DELLA REGIONE”
I trasporti sono la seconda competenza regionale, la giunta Fontana ha fallito anche qui. Le proposte del Pd

Il trasporto pubblico locale è la seconda competenza più importante della Regione, dopo la sanità. È un settore mai ritenuto davvero prioritario dalle varie giunte di centrodestra da Formigoni fino Fontana e i problemi del trasporto su ferro, con Trenord, e su gomma rimangono non risolti.

“Il trasporto pubblico locale in Lombardia ha dimostrato in questi mesi tutte le sue carenze – dichiara il capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul – e se siamo finiti a vedere interrotte le lezioni in presenza per gli studenti lombardi, prima e in misura maggiore che nelle altre regioni, è perché non c’è stata un’adeguata organizzazione dei trasporti pubblici che Regione Lombardia avrebbe dovuto coordinare e indirizzare, ma non lo ha fatto. Siamo di fronte a un fallimento della giunta Fontana non solo sulla sanità ma anche sul trasporto pubblico locale, perché negli ultimi anni la Regione non ha fatto quel che doveva né per il trasporto su ferro né per quello su gomma, che trasporta ogni giorno la maggior parte dei pendolari.”

“”Il settore del trasporto pubblico ha sofferto della mancanza di utenti da marzo in poi e ora deve affrontare i problemi dell’organizzazione del trasporto scolastico in modo efficiente e sicuro- dichiara il capodelegazione pd in commissione trasporti Gigi Ponti – ma la politica della Regione è quella del gambero che anziché avanzare va indietro. Il caso di Brescia è sintomatico, perché a fronte di quasi 17 milioni di passeggeri trasportati in più tra il 2012 e il 2019, anche grazie alla messa in funzione della metropolitana, non solo nel corso degli anni i finanziamenti regionali sono diminuiti, ma nel bilancio 2021 addirittura non ce n’è proprio traccia. Sul trasporto scolastico abbiamo chiesto più volte alla Regione di partecipare e governare i tavoli di confronto e di programmazione, ma è dovuto intervenire il governo per chiedere ai prefetti di svolgere questa attività.”
Partendo da questa considerazione il gruppo regionale del Pd, in vista del bilancio regionale 2021-23, che verrà discusso in Aula il 16 e 17 dicembre, ha avanzato alcune proposte, contenute soprattutto in ordini del giorno che valgono come indirizzi alla giunta regionale.
In particolare, il Pd chiede quanto segue.

Trasporto scolastico:
sostenere azioni per il potenziamento del trasporto pubblico locale con l’anticipo di risorse per l’utilizzo di mezzi privati e alternativi;
stanziare 1 milione di euro in conto capitale per sostenere le Agenzie di trasporto pubblico locale che portano avanti soluzioni digitali al fine di garantire un servizio di trasporto scolastico efficiente e sicuro.

Abbonamenti:
prevedere adeguati stanziamenti atti a ristorare i pendolari e gli utenti del trasporto ferroviario regionale erogato da Trenord del periodo in cui non hanno usufruito dell’abbonamento a causa della diffusione del Covid-19 e delle relative misure di contenimento.

Trasporto merci e logistica:
promuovere il potenziamento delle infrastrutture soprattutto favorendo il trasporto delle merci su ferro con lo scopo di mitigare il livello di congestionamento delle strade;
incrementare l’offerta intermodale migliorando i poli della logistica, proponendo anche l’avvio di uno studio di fattibilità concernente la realizzazione di una stazione in via zama a Milano di collegamento logistico con l’ortomercato;
sostenere politiche di rinnovo del parco mezzi circolante a favore di veicoli a minor impatto ambientale.

Mobilità sostenibile:
Sostenere i comuni della Regione, in particolare ai piccoli comuni, per l’individuazione, la progettazione e la messa in opera di progetti integrati sulla mobilità ciclabile nel proprio territorio e nella progettazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile;
potenziare l’intermodalità attraverso lo stanziamento di risorse per l’adeguamento dei treni al trasporto bici e la realizzazione di velostazioni nei pressi delle stazioni ferroviarie;
integrare con risorse proprie gli incentivi già stanziati dal Governo per promuovere l’acquisto di mezzi di trasporto quali biciclette, anche a pedalata assistita o elettrici, per i residenti in comuni inferiori a 50 mila abitanti;
potenziare l’intermodalità attraverso incentivi a sostegno dei Comuni che promuovono il bike sharing e il miglioramento della mobilità urbana attraverso una maggiore integrazione tra i servizi di trasporto pubblico e le piattaforme di sharing mobility;
sensibilizzare i giovani ai benefici della mobilità sostenibile in termini ambientali oltre che ad supportarli ed educarli ad un utilizzo dei mezzi di mobilità dolce in piena sicurezza.

Bigliettazione elettronica:
assicurare il finanziamento degli interventi relativi all’adeguamento dei sistemi di bigliettazione elettronica in tutta la Regione, che necessitano di una spesa di 146.000 euro nel 2021.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Troppo potere all’Anac, tempi eccessivamente dilatati per la nomina dei

bonafede

“La giustizia non deve essere più un peso per le

Segnatelo sul calendario, quel giorno il mondo si volgerà all’America

“In questo momento più che mai, la scuola deve essere

TORINO – Grande attenzione e sensibilità tra i sindaci del

In una lettera a Repubblica, Matteo Renzi guarda indietro e

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.