ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Serena Pasqua

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
234 Serena Pasqua

E anche quest’anno siamo arrivati a Pasqua. Ovviamente lascio a persone più competenti di me l’incarico di commentare gli avvenimenti che ricordiamo in questi giorni, ma riporto solo alcune curiosità, sperando di interessarvi.
Gli amici enigmisti anche in questa occasione cercano combinazioni che commentano i giorni che ricordiamo.
Ecco allora un celebre anagramma di Spada di Sparta: “il Cireneo scortava = la Veronica e Cristo”. Lo stesso autore ha creato “l’umile orto di Getsemani = meritò il lamento di Gesù”.
In tempi recenti, Sven ha composto “fu crocifisso = ucciso, soffrì”.
Come possiamo facilmente controllare, nelle frasi tra virgolette la parte dopo il segno di uguale è l’esatto anagramma della prima parte.
Ma forse l’aspetto della Pasqua che più ci coinvolge è quello matematico, anzi… astronomico, poiché la data della Pasqua ogni anno viene deciso da una formula, che rispetta la regola che vuole che Pasqua cada la prima domenica dopo il primo plenilunio di primavera. Quindi, poiché la prima luna piena di primavera è caduta domenica 28 marzo (alle ore 20.50.04, per l’esattezza), ecco che Pasqua quest’anno cade la domenica successiva, cioè il 4 aprile, quando ormai la luna è già al suo ultimo quarto.
Ma dobbiamo ricordare anche che quest’anno la primavera non è iniziata il giorno che tutti conosciamo come il primo della stagione, ma il 20 marzo: per la precisione alle ore 3.50, c’è stato l’equinozio. Ma anche nel 2022, nel 2023, nel 2024 e nel 2025 la primavera inizierà il 20 marzo: segnatevi la data per stupire i vostri amici con questa notizia, i prossimi anni.
Riassumendo: per trovare la data nella quale cade Pasqua, bisogna prima calcolare quando inizia la primavera, poi il primo equinozio da quel momento, poi la prima domenica da quel momento. E tante altre festività cristiane (Ascensione, Pentecoste…), ma anche il Carnevale con il suo martedì grasso, sono tutte legate alla data della Pasqua. E per chi non ha voglia di fare tanti calcoli, c’è sempre il calendario di Frate Indovino, appeso in tante cucine, che ci segnala le festività.
A tutti comunque vanno i miei migliori auguri di una Pasqua serena!

Giorgio Dendi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

mattarella

Fermate le macchine, prima si approva il Piano da spedire

VILLAGGIO COLDIRETTI A MATERA: SABATO LA PRESENTAZIONE DEL BOOK FOTOGRAFICO

La Guardia di Finanza di Gorizia ha eseguito un provvedimento

Se non pioverà, l’acqua dell’Adige basterà solo per 15 giorni

taverna

Dopo quattro anni di aumento si riduce finalmente il numero

FOLLIA FARLI PARTIRE L’1 AGOSTO. PER SALVARE COMMERCIO SCONTI DEVONO

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.