ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Sgarbi straccia la von der Leyen: “Depensante, come si permette di toglierci la speranza?”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
sgarbi

Gli eroici furori di Sgarbi in tv hanno movimentato una Pasquetta tv gia “calda” di suo a “Quarta Repubblica”. Ospite di Nicola Porro su Rete 4, il tema, ovviamente, il coronavirus con le sue ricadute economiche e sanitarie. Il conduttore ha focalizzato l’attenzione, a un tratto, sulle parole di Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione europea. La quale aveva sentenziato: “Non prenotate le vacanze estive“.

Insomma, il tutto senza un minimo di tatto e di dati certi. Molti italiani in un momento come questo hanno bisogno almeno di sognare un progetto a medio periodo. Sono milioni e milioni gli italiani che si chiedono che cosa ne sarà del mese di luglio e soprattutto di agosto. Bisogna dire che le considerazioni contrastanti degli esperti da un lato, dei politici dall’altra, che non fanno altro che alimentare la confusione e gettare ancor più nello sconforto tutto il comparto e gli operatori del turismo.

Pertanto ipotizzare un bagno in mare nei prossimi mesi non è possibile. Il che ha scatenato Sgarbi: “Come si permette la presidente europea di toglierci la speranza di fare le vacanze? È una totale depensante!”, conclude. Poche parole ma furiose. Ha parlato così, in un’intervista alla Bild Ursula von der Leyen. Invita tutti i cittadini del Vecchio Continente a tenere ancora in stand-by le vacanze. Gli operatori del turismo si sono già fatti sentire. Sgarbi pertanto ha reagito alla sua maniera.

Con più di una ragione. Non è ancora dato sapere con certezza se e quando riaprirà il Paese e quale sarà il calendario delle (ri)aperture comparto per comparto. Togliere anche i progetti per quest’estate è un delitto. Le risposte su quel che accadrà a luglio e agosto non dovranno essere vaghe come quelle della von del Leyen.

Per questo Sgarbi si è scagliato contro la von der Leyen. Non solo. Ma nel corso della serata, Sgarbi se l’è presa anche con Roberto Burioni, parlando di una sorta di “dittatura degli esperti e della scienza”. I suoi “pallini preferiti”, i virologhi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

cecchi

In Italia, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, 1 bambino su

Si fanno più forti i dubbi sulla riorganizzazione in atto

boldrini

Polemica tra opposizione e maggioranza, sotto il segno di George

Sondaggio sulle piccole imprese: il 20% valuta tagli al personale,

Il Consiglio Comunale ha approvato l’istituzione del Garante del Verde,

A seguito delle notizie farlocche riportate da molti giornali, da

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.