SIRIA: LA CULTURA COME STRUMENTO DI RICOSTRUZIONE E COOPERAZIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
siria

Il tema della cultura è una leva dei paesi del Medio Oriente che spesso passa in secondo piano nel caso di conflitti.
Ne abbiamo parlato a Roma ad aprile quando ci chiedevamo ad un evento se un altro Iraq è possibile, in cui abbiamo raccontato l’intervento dei nostri Carabinieri nella tutela del patrimonio archeologico, con l’intervento del Colonnello Luigi Spadari.

La Siria a sua volta, ancora sconvolta dalla guerra, è terra ricchissima di storia e cultura ma sta divenendo teatro di furti e beni trafugati. Ne abbiamo discusso questa settimana in commissione con Marco Lombardi dell’Università Cattolica di Milano.

La capacità italiana in ambito culturale è fondamentale, per la sua naturale “cultural diplomacy” e la capacità universalmente riconosciuta di tutelare il patrimonio artistico-culturale.
La valutazione della propria #identità culturale può essere il primissimo passo di una vera ricostruzione. La Siria ha bisogno di questo e l’Italia potrebbe essere il paese adatto a cooperare in questo settore.

Ci impegneremo affinchè questo accada!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il leggendario attore del Signore degli Anelli, Ian McKellen, ha

Con l’elaborazione dei dati praticamente definitivi del Ministero sulla piattaforma

Cagliari – “A nome di tutti i sardi, e certo

“L’autovelox mobile che il comune di Grumo posiziona con frequenza

Anche quest’anno, per il quarto anno consecutivo, i sindaci dei

«Spegnere la voce di Radio Radicale significa strappare il filo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.