ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Sisma, M5s: fare luce su illeciti ricostruzione Emilia Romagna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
terremoto

Roma  – “È increscioso il quadro emerso dal servizio mandato in onda ieri sera durante la trasmissione ‘Le Iene’ che denuncia l’utilizzo illecito di alcuni dei finanziamenti pubblici destinati alla ricostruzione post terremoto del 2012 in Emilia-Romagna”. Lo affermano in una nota i deputati del MoVimento 5 Stelle Alberto Zolezzi, Davide Zanichelli e Stefania Ascari.

“Il Movimento 5 Stelle locale lo aveva già denunciato da tempo: i fondi stanziati dallo Stato per la ricostruzione, infatti, erano destinati soltanto agli edifici in uso e danneggiati dal sisma e non a quelli con danni preesistenti o disabitati. Sarebbe gravissimo se venisse accertato che questi fondi siano stati utilizzati per convertire ruderi disabitati in abitazioni di lusso, come denunciato da ‘Le Iene’. Il MoVimento 5 Stelle – concludono – non intende girarsi dall’altra parte: stiamo valutando la possibilità di audire i Comitati del Sisma Emilia e gli enti che hanno partecipato alla ricostruzione per fare luce su questa gestione impropria di fondi pubblici “.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

L’isola Gallinara, situata sulla costa ligure tra Albenga e Alassio,

I consueti toni trionfalistici hanno accompagnato la proposta della Commissione

“Leggo che qualche attivista del partito di Di Maio, in

In chiusura di un corposo saggio pubblicato sulla sua la

Nel 2017 un lavoratore single senza figli negli Usa con

E’ cambiato ed è cambiato in meglio, grazie anche al

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.