Spettacoli: a settembre torna il Teatro alla Scala con il Requiem di Verdi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
teatro

Dopo l’inevitabile chiusura forzata a causa dell’epidemia di COVID-19 che ha terribilmente colpito il nostro Paese, il Teatro alla Scala è pronto a riaprire dopo l’estate con una grande esibizione: il Requiem di Giuseppe Verdi diretto da Riccardo Chailly, che verrà poi replicato anche a Brescia e Bergamo, due delle province più colpite dalla pandemia insieme a Milano.

La Scala ha deciso di terminare la stagione cambiando parzialmente il programma, scegliendo le tre opere più famose del melodramma italiano, attraverso le versioni che sono entrate nella memoria e nella storia della Scala: parliamo di Aida, della Traviata e della Boheme.

Il tutto, andando in scena con artisti già sotto contratto, così da non andare ad aggravare ulteriormente la voce costi del bilancio in questo momento di spending review per tutti; costi, che a breve vedranno aggiungersi anche tutte le misure anticovid che bisognerà necessariamente applicare alla riapertura, per assicurare al proprio pubblico una fruizione degli spettacoli qualitativamente sempre eccelsa e nella totale sicurezza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Una delle più rilevanti novità introdotte dalla Legge di bilancio

Mercoledì 31 luglio, Luiss e Cassa Depositi e Prestiti (CDP)

Si chiama Metodo Kairos ed è la nuova skill gratuita

il 20 luglio la Portaerei Cavour ha fatto ingresso nel

Quella andata in onda l’altro ieri su Tagadà su La7

FIRENZE – Favorire la formazione e l’inserimento lavorativo dei detenuti

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.