Spettacoli annullati al Teatro di Verdura di Palermo, Schillaci (M5S): “Una figuraccia, questi gli effetti di una gestione poco oculata”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
2012-11-03_Teatro_di_Verdura_1920x1440-702x459

“Confermiamo le nostre preoccupazioni verso la gestione del Teatro di Verdura di Palermo: un ente privato esterno non paga i canoni d’affitto e gli spettacoli vengono bloccati. Un fatto vergognoso, frutto di anomalie sulle quali avevamo acceso i riflettori con un’interrogazione all’Ars e una richiesta di audizione in commissione Cultura”.

A ricordarlo è Roberta Schillaci, deputata regionale del Movimento 5 Stelle, in seguito alla notizia che il Comune di Palermo ha revocato l’autorizzazione per tre spettacoli del Mythos Opera Festival in programma al “Verdura”, in quanto l’organizzatore, l’associazione “Sicilia, Arte e Cultura”, che fa capo all’ex parlamentare ed ex assessore regionale al Turismo, Nino Strano, non ha versato gli oneri relativi allo spettacolo andato in scena lo scorso 7 agosto.

“Avevamo raccolto le segnalazioni dei lavoratori e dei sindacati – aggiunge Schillaci – sulla stagione estiva della Fondazione del Teatro Massimo, che solitamente si svolgeva al Verdura, nella sua sede naturale di Villa Castelnuovo, ma che quest’anno è stata affidata all’associazione di Strano, mentre le fondazioni musicali interne al Massimo sono state relegate in spazi periferici per i propri spettacoli. Non comprendiamo fino in fondo le ragioni per le quali sia stata presa questa decisione, ma ci rendiamo conto che la scelta non poggia su basi solide e sta già producendo i suoi effetti: l’associazione è morosa, gli spettacoli vengono annullati, a farne le spese sono sempre gli spettatori e i cittadini. Una pessima figura, mentre si potevano mantenere ben altri livelli di qualità confermando come sempre la stagione estiva della Fondazione Teatro Massimo al Verdura. Ci auguriamo che dal prossimo anno tutto torni come prima, a beneficio dei palermitani, dei turisti e di tutti gli appassionati di spettacolo”, conclude Schillaci.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Due giorni fa in Danimarca. E prima in Finlandia, Spagna,

“Dateci retta: abbiamo 16 milioni di buoni motivi”. È lo

LA CISL, DAL SUO ESECUTIVO, SFERZA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE. TONINO GENOVESE:

Al via Ri-Genera Palermo, terzo Festival dello sviluppo sostenibile che

In un paese normale, se un ministro chiedesse ad un

“Il balletto delle dichiarazioni sui minibot conferma la confusione del

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.