ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Spintoni e sberle all’asilo, 5 maestre indagate

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
asilo

Sono cinque le maestre accusate di maltrattamenti su minori, quindi aggravati, – tutte italiane e con un’età che spazia dai 45 ai 60 anni – scoperte dagli investigatori del Commissariato di via Foscolo a Busto Arsizio, in provincia di Varese, nel corso di un’indagine chiusa nei giorni scorsi. Lo riporta La Prealpina.

“Risultano ancora in servizio”, si legge nell’articolo online del quotidiano. Le vittime, secondo gli investigatori, sono “quattordici bimbi tra uno e tre anni”, che avrebbero subito le loro prepotenze, gli atteggiamenti aggressivi, l’approccio ostile. I fatti contestati coprono un arco temporale di un anno, dalla primavera del 2018 fino a maggio del 2019. La polizia ha ricostruito tutti gli episodi di violenza attraverso le telecamere piazzate nella struttura, che insieme alle intercettazioni ambientali, avrebbero consentito di raccogliere un quadro accusatorio documentato fatto di “strattoni, sberle e spintoni”, ma anche di frasi offensive come “Stai zitto, chiudi la bocca, cosa piangi, ma quando verrà a prenderti tua madre?”. L’input all’inchiesta è arrivato da due genitori che avevano percepito nel figlio un turbamento crescente, un malessere legato alla frequentazione dell’asilo cittadino.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

lascala

“Teatri deserti e spettacoli cancellati. È il colpo di grazia

“Accogliamo con favore la proposta del Ministro Orlando di aggiornare

“Troppo potere all’Anac, tempi eccessivamente dilatati per la nomina dei

“Il decreto sulla rivalutazione delle scarcerazioni, varato ieri sera, è

La notizia era nell’aria, ma è stata confermata poco fa

spiaggia

“L’estate pescarese 2020 si apre con una riviera completamente balneabile,

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.