Start Hub: i nuovi hub del futuro per le PMI che vogliono innovare

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
f893d2131d704ce0b5a659e7192d438f

Una nuova metodologia di sviluppo per Imprese e professionisti che vogliono fare innovazione coinvolgendo i consumatori prima di andare sul mercato.

Bologna. La rete multidisciplinare di professionisti che sviluppa prodotti con la partecipazione collettiva dei consumatori lancia una nuova sfida alle PMI Italiane e ai professionisti, mettendo a disposizione dei veri e propri hub per realizzare e sponsorizzare progetti di innovazione, ricerca e sviluppo in modo flessibile, veloce e soprattutto con investimenti minimi e certi.

Chi è Start Hub – Prima di tutti Start Hub ha creato una metodologia che connette e crea relazioni con i consumatori potenziali durante le fasi di analisi e sviluppo, così da assicurarsi i primi clienti ancora prima del lancio dei prodotti sul mercato. I benefici che ne derivano sono molteplici, per le persone che possono collaborare attivamente allo sviluppo del progetto, e per le imprese che decidono di farne parte.
Ogni impresa che scende in campo con Start Hub ha la possibilità di conoscere in tempo reale le richieste del mercato, dal concept al metodo di distribuzione in tutte le sue fasi. Inoltre, testare nuovi prodotti contando sulla collaborazione di un pubblico già targettizzato, permette alle imprese che si connettono con gli hub di creare qualcosa di desiderato attraverso una forma di comunicazione, di analisi e di sviluppo del tutto innovativa.
L’innovazione di questa metodologia si consolida negli hub, i team dedicati che Start Hub mette a disposizione delle imprese e dei professionisti che vogliono farne parte. I gruppi dedicati ad hoc per ogni progetto di sviluppo svolgono un’azione capillare di business intelligence, permettendo così la penetrazione delle imprese in nuove aree di mercato non ancora raggiunte dai competitors.

Chi sono gli hub – Finanza, ingegneria, marketing, legge, moda, grafica, comunicazione e illustrazione sono solo alcuni dei background degli specialisti degli hub di ricerca e sviluppo che Start Hub mette a disposizione per realizzare prodotti e servizi innovativi. Un bouquet di competenze rigorosamente accomunate dal mondo digital. Ogni hub è seguito e sponsorizzato dall’impresa che decide di prenderne parte, dando vita ad una collaborazione che crede nell’etica di sviluppo e nella cultura digitale. Si parte dal coinvolgimento attivo del consumatore per arrivare al prodotto finale attraverso una struttura che si avvale di veri e propri “team di prodotto”, gli hub, ognuno dei quali opera a stretto contatto con le imprese coinvolte nei diversi progetti.

Ogni team è capace di connettersi con i consumatori tramite le tecnologie più innovative, sviluppando relazioni con le communities di riferimento e ascoltandone necessità, ispirazioni per creare qualcosa di nuovo, di desiderato e di utile.
In un’ottica di ripresa economica e di imminente cambiamento appare sempre più inevitabile dover rivalutare il proprio modello di business, la metodologia di Start Hub è in grado di supportare imprese e persone nella pianificazione di attività future e nella penetrazione di nuove aree di business. Un’opportunità per imprenditori e professionisti di diventare più consapevoli rispetto ai bisogni del consumatore e di affrontare insieme le future variazioni di mercato.

Attualmente gli hub attivi ricoprono il settore child care, quello alimentare e quello sociosanitario recentemente decollato con successo dopo il lancio del sito web dispositivianticovid.com, un canale di intermediazione attraverso il quale è possibile entrare in contatto con i produttori per l’acquisto o la donazione dei principali dispositivi di sicurezza. Un’iniziativa che conta più di 2000 richieste ogni settimana e la partecipazione di produttori e fornitori da tutto il Paese.

Il brevetto – Nel tessuto di connessioni ideato da Start Hub, gli hub interagiscono e collaborano con comunità targettizzate lungo tutto il processo di analisi e sviluppo, lavorando sulle necessità espresse dal target di riferimento per creare un prodotto unico, a proprio marchio. Ogni impresa che sceglie di diventare partner Start Hub può richiedere la licenza di un prodotto e personalizzarlo, per penetrare in autonomia il mercato di riferimento. In questo modo l’impresa non solo ha la possibilità di acquisire e commercializzare un prodotto già ideato, ma entra in contatto con un target già acquisito e consolidato.

“Start Hub è una finestra che si affaccia sul futuro e parla con tutte le imprese che abbracciano il cambiamento. Ogni team fornito da Start Hub è capace di connettersi con un target già consolidato, acquisirne le indicazioni, i desideri e le ispirazioni per commercializzare qualcosa di desiderato e di utile, portando all’azienda idee di business e progetti vincenti” commenta uno degli ideatori di Start Hub.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Restiamo vicini al procuratore Nicola Gratteri, ma per affermare la

Roma – Ci risiamo, la nave Ong Ocean Viking ha

Il Gran Premio di Monza di Formula 1 si di

Dobbiamo, insieme, rimettere al centro la questione sociale e affermare

Un onore e un’occasione: condividiamo con 120 siti e città

Milioni di euro di danni nelle campagne con serre, frutteti

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.