Street Art irlandese: tesori a cielo aperto da scoprire!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
murales

La vivace comunità irlandese di street artists, graffitari e autori di murales è sempre più nota e influente nel panorama mondiale delle arti visive.
Che siano ritratti incredibili, installazioni elettriche, murales a sfondo politico o legati a un messaggio, l’arte che ricopre edifici e facciate in tutta l’isola d’Irlanda rivaleggia con le Winwood Walls di Miami, i graffiti di Berlino e le colorate strade di Bristol, città legata al famosissimo artista di strada Banksy.

Con grandi opere d’effetto che catturano lo spirito contemporaneo del Pese e nuove forme d’arte che rapidamente fioriscono un po’ ovunque, dal centro ai quartieri periferici, Dublino è uno dei punti caldi più vivaci della street art irlandese

Gli artisti hanno scelto di popolare le strade e hanno dato vita a straordinarie opere di carattere umoristico, ispirate dalla politica o legate alla cultura. L’arte pervade veramente tutta la città e una creazione che deve essere assolutamente vista è quella che ricopre tutta la parte esterna del Blooms Hotel, a Temple Bar, il vivace quartiere popolato di artisti e intellettuali. Non può essere mancata anche perché fino a oggi detiene il primato di più grande opera di street art realizzata in Irlanda!

Belfast è un’altra città in cui la street art è capillarmente diffusa e in cui gli artisti di tutto il mondo hanno lasciato il segno. E grazie alla quantità di murales variopinti, vibranti e fortemente espressivi, presenti nelle sue vie, Seedhead Arts, realtà specializzata nella progettazione di eventi legati all’arte, ha addirittura ideato un bellissimo tour interamente dedicato a questo volto in continua evoluzione della città.

Guidato dagli artisti locali che hanno dominato la scena negli ultimi anni, è uno dei modi migliori per comprendere come Belfast stia letteralmente dipingendo un nuovo percorso attraverso il ventunesimo secolo.

Anche Waterford, la città più antica d’Irlanda, ospita una ricca collezione a cielo aperto di street art, graffiti e murales, in grado di competere con qualsiasi altro luogo del mondo noto per questo tipo di opere. Il suo spettacolare festival annuale “Waterford Walls” è uno degli eventi più originali e importanti della fiorente scena della street art irlandese: in programma fino alla fine di agosto, metterà in mostra, anche con una serie di tour d’arte guidati, i migliori talenti irlandesi e internazionali, tra cui l’inglese Curtis Hylton, il francese Beerens in Francia e il tedesco Case Maclaim.

“SEEK 2020” è un altro entusiasmante festival di arte urbana contemporanea che riunirà alcuni dei principali artisti, sprayers e stencillers irlandesi.

Si svolgerà dal 1° all’8 agosto a Dundalk, nell’Ireland’s Ancient East, e vedrà la partecipazione di artisti nazionali e internazionali che attualmente vivono sull’isola d’Irlanda.

Nomi come Aches, Claire Prouvost, Omin, Friz e Chula Mente trasformeranno la città della contea di Louth in un’enorme tela artistica per illustrare la storia locale, unica nel suo genere. E visto che questo evento si svolgerà interamente all’aperto potrà essere goduto da tutti tranquillamente!

https://waterfordwalls.ie/2020-festival-programme/
seekdundalk.ie

www.irlanda.com

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

APRILE 2020 – Il consenso del governo continua a crescere

Violenti scontri si sono registrati nel centro di Santiago del

Roma  – “È arrivato il momento di mettere in atto

“Per tutelare la salute dei nonni va ritardato il rapporto

“Non si è capito perché in questi due anni il

La Giunta di Confagricoltura, riunita oggi ad Alessandria per celebrare

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.