Succede quasi in ogni parte del mondo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
SPORTIELLO

Con maggiore o minore violenza: quando vuoi criticare una donna, attacchi il suo corpo. Se state pensando che sia una banalità, se state pensando che, dopo tutto, se sei una donna pubblicamente esposta allora tu debba aspettartelo e magari anche accettarlo, allora siete parte del problema.

Quando una donna non risponde a quel canone che la società le ha cucito addosso, quando non è madre, moglie, in linea, perfetta, sorridente, accondiscendente, allora diventa qualcosa che un sistema patriarcale respinge, attacca; non nel merito delle sue azioni, del suo operato. Viene attaccata come non si farebbe mai con un uomo perché nessun uomo viene condannato in questo modo, a nessun ministro dell’istruzione gli si rimproverebbe che non può essere all’altezza del compito perché non ha figli, nessun ministro verrebbe messo alla gogna perché non ha gli addominali in forma perfetta, a nessun ministro verrebbe detto: allora copriti (oltretutto cogliendo l’occasione ancora una volta per strumentalizzare in maniera becera la storia di Silvia Romano, di fronte alla quale dovrebbero solo togliersi il cappello).

Non c’è parola che in questo momento potrebbe decrivere lo schifo è la rabbia che provo.

Tutta la mia solidarietà a Lucia Azzolina, a Silvia e a chi, ogni giorno, subisce tutto questo.

Gilda Sportiell
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Ancora una volta l’Italia del vino rimane fuori dalla disputa

Dichiarazione del Vice Presidente Fulvio Bonavitacola sulla vicenda Navigator: “Sconcertante

Sfrontata, senza fronzoli, definitiva. Bisogna riconoscerglielo, sinceramente. Oggi ha mandato

“La maggioranza di governo sta avvicinandosi all’intesa per cancellare i

La Roma batte l’Udinese 1-0 nell’anticipo della terza giornata di

l’On. Pullara invita i sindaci della provincia a sostenere la

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.