TENNIS IN CARROZZINA: SARDINA OPEN SASSARI SUL TETTO D’ITALIA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Alberto Corradi

La stagione 2019 ha portato bene all’ASD Sardinia Open di Sassari che dopo il titolo a squadre nel tennis in carrozzina si ripete nei Campionati Italiani Assoluti di singolare e doppio grazie agli exploit di Alberto Corradi, Luca Arca, Marianna Lauro e Maria Paola Tolu.

Il primo, patron della società, a 57 anni si toglie lo sfizio di vincere per la seconda volta il tricolore nel singolare quad, ripetendosi in doppio con il toscano Marco Innocenti.

Luca Arca, 27 anni di Bono ingaggia la sfida decisiva con il suo corregionale e compagno di scuderia Mario Cabras e lo batte in un derby sardo che amplifica la straordinarietà dell’impresa.

Affiancato dall’abruzzese Antonio Cippo, Arca vince anche nel doppio.

Diventano undici gli scudetti accumulati dalla ploaghese Marianna Lauro nel singolare. E anche lei incamera un oro suppletivo grazie al doppio condiviso con un’altra sarda doc, Maria Paola Tolu di Sassari, dopo un match maratona di tre ore che regala tante vibrazioni al pubblico presente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La ministra delle Pari Opportunità e della Famiglia, Elena Bonetti,

Trieste – Sicurezza sanitaria delle persone e sicurezza sul lavoro.

Una novità contenuta nel decreto Crescita in corso di conversione

«La tredicesima Giornata Mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la

Dopo l’approvazione del Codice rosso, con l’introduzione del reato di

Con la scusa di rideterminare il valore dell’ISEE dei beneficiari

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.