ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

TERZO VALICO, GARE TRUCCATE E MAZZETTE AD ALTA VELOCITÀ: IN 30 A GIUDIZIO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
tav

Abbiamo fatto 30, e chissà che non si possa fare 31 (o anche di più…). A tanto ammontano i rinviati a giudizio nell’inchiesta sulle presunte gare truccate per la realizzazione del Terzo Valico ferroviario, in particolare quelle per i tunnel in Liguria e Piemonte.
Tra questi, i volti più noti sono quelli di Pietro Salini, AD di WeBuild (accusato di turbativa d’asta); di Giandomenico Monorchio (turbativa d’asta e corruzione), imprenditore e figlio dell’ex ragioniere generale dello Stato Andrea (quest’ultimo, inquisito per turbativa d’asta, avrebbe fatto da sponsor al figlio); di Ettore Incalza (turbativa d’asta), storico “grand commìs” delle maxi-opere, che si sarebbe speso per Monorchio.
L’inchiesta era nata a Genova, dove ha sede il COCIV (il Consorzio per la progettazione e la costruzione della Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Tortona/Novi Ligure Genova), ma ben presto si è ramificata anche tra Roma e Firenze.
La giustizia, però, dovrà correre e prendere subito i binari giusti: sullo sfondo, infatti, si intravede lo spettro della prescrizione, che per la maggior parte delle contestazioni scatterà entro la metà dell’anno  prossimo.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il 20 agosto Conte, com’è giusto e come la Costituzione

“La crisi economica causata dalla pandemia ha colpito indistintamente tutta

morto all’età di 71 anni l’ex difensore di Inter, Bologna,

VERTICI RAI DIANO SPIEGAZIONI A CITTADINI, E POLITICA RESTI FUORI

galli

“Sento di un genitore messo in quarantena in attesa della

SINDACATO SI PREOCCUPI DI TUTELARE LAVORATORI SFRUTTATI. SERVIZIO PUBBLICO E’

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.