TOCCO ARMONICO CENTER, MASSAGGI PER IL BENESSERE PSICOFISICO A TORINO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
tocco armonico

Il Tocco Armonico® è stato ideato nel 1997 da Enzo D’Antoni, Infermiere e Body Worker.

Il Tocco Armonico® è l’espressione di un’attività manuale attenta al benessere olistico della persona.
Si tratta di un tocco lento e sensibile, capace di attivare l’energia vitale delle persone trattate e di generare in esse benefici a livello psichico, fisico e emozionale.
Il Tocco Armonico® non si contrappone al valore della medicina tradizionale e non si applica in alternativa ad essa ma si propone come utile strumento da utilizzare nella relazione d’aiuto (human caring) attraverso l’uso naturale delle mani, senza la presunzione di risolvere o annullare i problemi di salute, ma accompagnando il soggetto ricevente a cambiamenti benefici del proprio stato di salute.
Lo scopo primario del Tocco Armonico® è di riequilibrare lo stato vitale della persona trattata.
A differenza di altre tipologie di massaggio, il Tocco Armonico® non prevede tecniche manuali stabilite a priori ma si adatta alle esigenze e ai messaggi corporei della persona nello stesso momento del trattamento.
Il Tocco Armonico® esprime gesti che appartengono alla dinamicità continua e non a semplici successioni manuali istantanee.
Ogni seduta diviene un’esperienza intercorporea e intersoggettiva in continuo divenire: gli effetti benefici non rimangono limitati nel tempo della seduta ma continuano a esprimersi sui piani psico-fisico-emozionali, nelle ore e nei giorni successivi.
Il massaggio lento del Tocco Armonico® è indirizzato dal corpo ricevente attraverso le sue più svariate espressioni topiche e globali, intrise di vissuti e messaggi sottili.
Per l’operatore di Tocco Armonico® ogni particolare corporeo richiama il senso dell’intero.


Perché il Tocco Armonico® genera effetti benefici per la salute umana? La risposta si trova sulla pelle.
La pelle rappresenta un vero e proprio network articolato in quanto è dotata di una profonda sensibilità e “intelligenza psicosomatica”.
Essa compare prima di ogni altro organo sensitivo e di tutti gli organi di senso è il più vitale.
Nel periodo embrionale pelle e tessuto cerebrale si formano dall’ectoderma.
La pelle e il Sistema Nervoso Centrale, dopo essersi differenziati a livello cellulare e funzionale, continueranno ad interagire tra loro per lo svolgimento di funzioni vitali.
La pelle è attraversata da fibre nervose sensoriali e simpatiche che vanno a collegarsi direttamente con il midollo spinale e l’encefalo.
Essa possiede un sistema dello stress autonomo in collegamento con il sistema centrale dello stress. Tra la cute e l’intestino esiste un’importante e vitale rete informativa e funzionale.
Nel paradigma P.N.E.I. i sistemi nervoso, endocrino e immunitario sono strettamente connessi tra loro: la pelle include tutti e tre i sistemi.
L’epidermide è un insieme di organi diversi, interagisce con gli organi interni e le loro funzioni attraverso complessi meccanismi neuro-endocrini e cellulari; può inoltre metabolizzare ormoni e produrre derivati con potenziale attività sistemica per il mantenimento del processo omeostatico.
L’intero corpo umano “pensa”, ogni cellula o parte del corpo “sente” e prova “emozioni”, elabora le proprie informazioni psicofisiche e le trasmette ad ogni altra parte attraverso una fittissima rete di comunicazioni di estrema varietà comunicativa.
Intervenendo manualmente con un’intenzione terapeutica sulla cute, si possono ottenere risposte importanti per la salute dell’organismo umano.
Quando la cute è massaggiata con movimenti manuali lenti si attivano diversi processi funzionali a livello dei sistemi nervoso, endocrino, immunitario e genetico.
Il massaggio cutaneo lento arriva a coinvolgere la neocorteccia, con conseguente produzione di ossitocina (ormone della socialità che induce calma e rilassamento), di vasopressina e di oppioidi endogeni (endorfine); si verifica inoltre una diminuzione/normalizzazione della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca, della frequenza respiratoria e significativa riduzione dello stress.
Le aree cerebrali deputate alla produzione di ossitocina sono sensibili alla stimolazione tattile-sensoriale; l’aumento dell’ossitocina non avviene solo nella persona ricevente ma anche nell’operatore che esercita il massaggio lento.
L’ossitocina rallenta l’attività delle ghiandole surrenali deputate alla produzione di “ormoni dello stress”.
Evidenze scientifiche hanno dimostrato come un massaggio più è lento e più crea cambiamenti benefici per gli organi interni e per tutto l’organismo, mentre il massaggio veloce ed energico genera benefici limitati nel tempo e a un livello più superficiale.
Pertanto il Tocco Armonico®, agendo attraverso movimenti lenti sulla superficie epidermica e “assecondando” le informazioni provenienti dal corpo ricevente, innesca una moltitudine di meccanismi funzionali atti a creare condizioni migliori di salute.

Per tutte le altre informazioni:

https://www.toccoarmonico.it/

https://www.facebook.com/Tocco-Armonico-Center-103723867686872/

Altre informazioni:

ORARI STUDIO Dal LUNEDI’ al VENERDI’
Dalle 09:00 alle 11:30 e dalle 13:30 alle 19:30
SABATO dalle 9.30 alle 13.30
Via Piobesi, 7/B
10135 – TORINO
TEL. 011 2074994
CELL. 338 6753797

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Ammonta a 9,8 milioni di euro lo stanziamento a favore

Sondrio – E’ stato sottoscritto, oggi, a Sondrio, dall’assessore alla

La destra sovranista ha bisogno di esprimersi con il turpiloquio.

La voglia irrefrenabile di competere e confrontarsi con gli amici

Competitività autotrasporto italiano, la ricetta secondo Contship: redistribuire parte del

PAROLARIO, Festival della letteratura Diciannovesima edizione LA CURIOSITA’ COMO –

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.