Turismo: Cittadini, intervenire su ciclovie Mare Adriatico e AATrail

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ciclisti

Trieste – Lo stato di totale abbandono in cui versa la ciclovia del Mare Adriatico e una serie di interventi di manutenzione necessari alla Alpe Adria Trail, entrambe nei tratti che passano sul territorio comunale di Grado, hanno spinto il Gruppo consiliare regionale dei Cittadini a presentare un’interpellanza alla Giunta Fedriga affinché intervenga per risolvere al più presto i problemi.

“Il cicloturismo – spiegano in una nota i consiglieri Tiziano Centis e Simona Liguori – è una delle forme di turismo su cui, da diversi anni, il Friuli Venezia Giulia punta perché il territorio regionale si presta ad un turismo slow, di qualità, fatto di paesaggi variegati (dal mare alla montagna, passando per pianura e collina) e di eccellenze enogastronomiche. C’è poi sempre un maggiore interesse a fare in modo che le persone si spostino sulle due ruote ecologiche per questioni di salute e di riduzione dell’inquinamento, tanto che le Nazioni Unite, con una risoluzione del 12 aprile 2018, hanno dichiarato il 3 giugno Giornata mondiale della bicicletta”.

“La ciclovia del Mare Adriatico, ovvero la ciclabile del Caneo – sottolineano i due civici – avrebbe il pregio di regalare al visitatore un’immagine che idealmente unisce mare e monti, ma il percorso, un tempo frequentato da molti turisti e residenti in regione, si trova in totale stato di abbandono e per ragioni di sicurezza è stato addirittura chiuso”.

“Un’altra pista importante – proseguono Centis e Liguori – è quella dell’Alpe Adria Trail, che collega Salisburgo a Grado e che necessita di alcuni interventi perché è stata danneggiata dalle mareggiate invernali. Presenta 43 tappe, ciascuna lunga circa 20 chilometri, per un totale di 750 Km tra Austria, Slovenia e Italia: un percorso molto importante su cui PromoTurismoFvg sta lavorando da molti anni affinché ci sia il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse del territorio regionale”.

“La Giunta Fedriga – concludono i due consiglieri – metta in atto tutte le azioni utili per garantire i fondi e le modalità di intervento costante: non risolvere al più presto il problema organizzando una manutenzione ordinaria delle due piste sarebbe quantomai inopportuno”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

L’aumento della tariffazione #ATM in vigore dal 15 Luglio decisa

“L’assessore al Turismo Manlio Messina ha evidentemente perso la testa.

CODACONS: EFFETTO PASQUA SALVA IL COMMERCIO, MA SU TRIMESTRE VENDITE

100 euro a bambino da inizio emergenza e riparto 2020

Quattro Paesi europei, tra cui l’Italia, hanno inviato una lettera

Risolto (forse) un problema, immediatamente se ne apre un altro.

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.