ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

“Una delle categorie che meno sopporto è quella del “becerone”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
scanzi

Il becerone non sa nulla di politica, ma ce l’ha sempre col potere, soprattutto se il potere non è di destra. Ignorante e grezzo, il becerone pontifica su ogni cosa, facendo leva sull’unica cosa che può vantare: l’ignoranza. Ieri Conte finisce la conferenza stampa. Viene avvicinato da un tassellone volgare, ovviamente senza mascherina, perché sicuramente il becerone è pure gilet arancione (o Salvin-Meloniano, che spesso è poi lo stesso). Il becerone, urlando e sputacchiando, grida “Conte dimettiti”. E ci sta. Conte lo avvicina e, con garbo, gli dice di spiegargli quale sia il problema. Il becerone continua a urlare e lo accusa di non essere stato eletto da nessuno, quindi non può fare il Presidente del Consiglio. E già qui denota tutta la sua ignoranza, perché un Presidente del Consiglio non deve certo essere eletto dal popolo, bensì dal Capo dello Stato. Il becerone, sempre più grezzo e sempre senza mascherina (ne ha una al collo col tricolore, ma ovviamente non la usa), attacca quindi i 5 Stelle. E ci sta. Poi però arriva un dialogo meraviglioso: questo.
Conte: Che mestiere fai?
Becerone: Io di mestiere faccio… faccio… nulla, sono nullafacente, sto morendo di fame.
Conte: Percepisci il reddito di cittadinanza?
Uomo: Sì, lo prendo.
Conte: Hai detto che stai morendo di fame…
Uomo: Non posso campare con quei pochi soldi. Voglio un lavoro dove mi diano 1200 euro al mese.
Ecco: io, delle proteste, ho il massimo rispetto. Ma dei beceroni proprio no. Loro non protestano: loro abbaiano a caso, finché non trovano il padrone giusto da riverire”.                                                                    – di Andrea Scanzi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

TRIESTE – “Quasi sempre al Verdi” è il titolo della

occhiuto

Nuova proposta finto-progressista di Enrico Letta Secondo il segretario del

salvini

Resta il gelo tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. Il

ROMA: EX SINDACO MARINO, SODDISFATTO PER ASSOLUZIONE DA ACCUSA DI

Il Commissario ad acta Angelo Giustini ha firmato per la

mattare

I Carabinieri del R.O.S. hanno eseguito un decreto di perquisizione,

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.