VACANZE, CODACONS: BONUS VACANZE SI RIVELA FALLIMENTO TOTALE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
turismo

SU 2,4 MILIARDI DI EURO STANZIATI, UTILIZZATI FINORA SOLO 200 MILIONI (L’8% DEL TOTALE). ORA DESTINARE FONDI RIMASTI A SCUOLE

ESCLUSIONE PIATTAFORME COME BOOKING E AIRBNB E OSTRUZIONISMO ALBERGATORI HANNO DECRETATO FLOP DEL BONUS

Il “bonus vacanze” si conferma un fallimento totale, al punto che solo una minima parte delle risorse stanziate dal Governo è stata utilizzata questa estate dagli italiani per le proprie villeggiature nei luoghi di vacanza.

Lo afferma il Codacons, che sottolinea come solo poco più dell’8% dei fondi messi a disposizione dall’esecutivo sia stato effettivamente speso dai cittadini.

Sui 2,4 miliardi di euro stanziati dal Governo per il “bonus vacanze” ne sono stati spesi ad oggi poco più di 200 milioni di euro – spiega il Codacons – 1,4 milioni di famiglie hanno presentato domanda per il bonus, ma poi di fatto solo 1 su 3 (circa 470mila) lo ha realmente utilizzato.

A decretare il flop del bonus vacanze una serie di fattori – analizza l’associazione – Prima di tutto una procedura eccessivamente macchinosa e complessa per richiederlo che ha spinto molte famiglie a rinunciare all’incentivo; l’esclusione poi di piattaforme di prenotazione online come Booking o Airbnb, utilizzate da una fetta consistente di italiani, ha ridotto il bacino d’utenza del bonus. Infine l’ottuso ostruzionismo di albergatori ed esercenti turistici, i quali hanno frapposto ostacoli assurdi alla fruizione del bonus (come soggiorni minimi di 7 notti, tetti di spesa minimi da 1000 euro, ecc.) ha fatto il resto.

“Chiediamo che ora i fondi stanziati per il bonus vacanze e non utilizzati dalle famiglie siano dirottati alle scuole, per mettere in sicurezza gli edifici scolastici e consentire la ripresa delle lezioni garantendo la salute di studenti e insegnanti” – conclude il presidente Carlo Rienzi.

Proprio per sostenere il turismo in Italia il Codacons ha avviato una convenzione con i piccoli comuni che vogliono attirare turisti applicando sconti su soggiorni e servizi vari (escursioni, noleggi, stabilimenti, ecc.), ampliando e potenziando di fatto il bonus vacanza, e già molte amministrazioni in tutta Italia hanno mostrato interesse per l’iniziativa. Tutti i comuni che vogliono aderire alla convenzione possono inviare una mail all’indirizzo info@codacons.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Guardia alta, siamo in piena pandemia” Sul tavolo le misure

L’Unione Sindacale di Base si schiera compatta al fianco del

Pecorini: “Variamo il Piano Triennale delle Opere Pubbliche investendo maggiori

Volontari e operatori della onlus sempre presenti in città a

Il leggendario attore del Signore degli Anelli, Ian McKellen, ha

La SWS Engineering SpA è importante realtà del panorama ingegneristico

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.