VACANZE, CODACONS: RIPRESA TURISMO ANCORA TROPPO LENTA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Discovered during peat cutting in the 1940s the site at Beaghmore consists of 7 stone circles. All of the rings are associated with cairns and a stone row runs towards these cairns. It is possible that Neolithic occupation and cultivation preceded the erection of burial cairns and ceremonial circles and alignments: some irregular lines and heaps of boulders resembling field-fences or field-clearance may predate the ritual structures.

VACANZE, CODACONS: RIPRESA TURISMO ANCORA TROPPO LENTA, PARTE SOLO IL 51% DEI CITTADINI, 9 MILIONI IN MENO RISPETTO AL 2019

BONUS VACANZA NON AIUTA SETTORE: LO ACCETTA SOLO 1 STRUTTURA SU 5, E LA MAGGIOR PARTE DEGLI ALBERGATORI PONE TETTI DI SPESA MINIMI

PER SOSTENERE TURISMO CODACONS LANCIA CONVENZIONE CON PICCOLI COMUNI E POLIZZA CONTRO PSICOSI COVID

Una ripresa del turismo in Italia c’è, ma risulta troppo lenta ed ostacolata sia dalla paura legata al Covid, sia dal comportamento sbagliato degli stessi operatori del settore. Lo afferma il Codacons, che fornisce oggi alcuni importanti dati sulle vacanze estive.

In base alla nostra indagine sul turismo, emerge che quest’anno solo 1 cittadino su 2 andrà in vacanza nel periodo estivo: il 51% degli italiani si concederà un periodo di villeggiatura, per un totale di poco più di 30 milioni di italiani, l’80% dei quali rimarrà entro i confini nazionali – spiega il Codacons – Il confronto rispetto al 2019, anno d’oro per il turismo, è impietoso: 9 milioni di cittadini in meno in vacanza con una contrazione del -23% su base annua.

Alla base di tale situazione diversi fattori: le difficoltà economiche delle famiglie legate al lockdown, la paura del Covid e il flop del bonus vacanze, che non ha apportato alcun sostegno al turismo. Una indagine del Codacons rivela infatti che, ad oggi, solo 1 struttura ricettiva su 5 accetta il bonus, e chi lo fa pone limiti ed ostacoli tali da scoraggiare i vacanzieri. Molti albergatori vincolano l’accettazione dell’incentivo ad un tetto minimo di spesa (generalmente pari a 1000 euro); altri ne consentono l’uso solo per prenotazioni a partire dagli ultimi giorni di agosto, altri ancora vincolano l’accettazione del bonus a soggiorni di una durata minima di 7 notti. Un vero e proprio boicottaggio del bonus vacanze che, di fatto, ne decreta il fallimento.

Proprio per sostenere il turismo in Italia, spingere i cittadini ad andare in vacanze e contrastare la psicosi legata al Covid, il Codacons ha avviato una duplice iniziativa: una convenzione con i piccoli comuni che vogliono attirare turisti applicando sconti su soggiorni e servizi vari (escursioni, noleggi, stabilimenti, ecc.), e una polizza assicurativa “Viaggi Italia” per garantire ai vacanzieri assistenza medica illimitata, consulenza medica online, rimpatrio sanitario; rientro anticipato; rimborso delle spese mediche; assistenza stradale in viaggio con intervento sul posto anche in caso di foratura pneumatici e auto in sostituzione e pernottamento e tutta una serie di servizi pe far partire in tutta sicurezza gli italiani.

Per info e dettagli info@codacons.it e https://codacons.it/viaggi-italia-la-polizza-che-garantisce-le-tue-vacanze/

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Continua a crescere il numero di persone testate positive al

Ho partecipato all’incontro “Women in politics” alla Sala della Regina

Le Scuderie del Quirinale ospitano un’interessante esposizione in cui i

Con l’arrivo della Terza Età l’essere umano è soggetto a

Una cabina regionale di regia sui temi della sicurezza nei

CODACONS: COMPAGNIE TELEFONICHE SI CONFRONTINO CON NOI SU MESSAGGI PUBBLICITARI

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.