Vecchi: “Soddisfatti del percorso con governo. Continueremo a collaborare anche su altre questioni”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
welfare

L’implementazione del Reddito di Cittadinanza, la questione dei controlli anagrafici e di soggiorno, le piattaforme per il Patto per l’inclusione sociale e il Patto per il lavoro nonché il Fondo e il primo Piano nazionale per la non autosufficienza. Questi i principali temi affrontati oggi nel corso della riunione della Commissione welfare dell’Anci, coordinata dalla presidente Edi Cicchi, a cui hanno partecipato il delegato Anci per il welfare e sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, il coordinatore nazionale per le Anci regionali e sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, il responsabile della Segreteria tecnica del Ministro Luigi Di Maio, Giovanni Capizzuto e il direttore generale del ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Raffaele Tangorra.
“In questi mesi abbiamo svolto un importante lavoro di dialogo, collaborazione e confronto con il Ministero del Lavoro che ha recepito le istanze, sia di natura tecnica che politica, avanzate dall’Anci nel corso di questo percorso di approvazione prima e di graduale attuazione poi della riforma del Reddito di cittadinanza. Un fatto certamente positivo che segna il proseguimento di una collaborazione che ha messo al centro il ruolo dei Comuni. Siamo fiduciosi che questo dialogo possa continuare creando le condizioni per chiarire anche alcuni punti tanto politici quanto tecnici ancora aperti. Abbiamo chiesto tempi certi per l’attuazione dei decreti su cui abbiamo sancito intesa e degli strumenti in essi previsti (a partire dalle piattaforme informatiche), per garantire piena operatività nei territori”. E’ quanto ha sottolineato il delegato Anci e sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi nel corso dei lavori di quest’oggi. In particolare Vecchi ha posto l’accento sulla questione dei lavori di pubblica utilità e sui percorsi di inserimento lavorativo dei cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

C’è anche la discarica di Podere Rota, gestita da Csai

dell’Elevato Consigliere Supremo – Lo sceriffo è in fuga dalla

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, secondo quanto si apprende,

Oggi è accaduto oltre a me anche al professore Antonio

Sì unanime in Aula. In pratica azzerata per le nuove.

“Si potrebbe dire che una volta c’era solo il Papa,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.