VENEZUELA: ARRIVA NEL PAESE LA PRIMA NAVE IRANIANA CHE HA SUPERATO IL BLOCCO USA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
maduro

In Venezuela è arrivata la prima nave petroliera iraniana che dovrebbe rifornire il paese sudamericano di petrolio, tecnologia e additivi chimici che permetteranno al governo bolivariano di approvigiornare veicoli privati e commerciali, oltre a riattivare immediatamente gli impianti per la raffinazione, con una potenzialita’ produttiva equivalente a 3 anni dei consumi interni.

Tutto questo nonostante le minacce degli Usa di blocco navale. Teheran ha ammonito gli Stati Uniti a non ostacolare i movimenti della sua marina nei Caraibi: movimenti attenzionati anche dalla Russia, che avrebbe scortato la nave iraniana con i propri sottomarini nucleari e aerei.

Intanto il Procuratore generale delle repubblica del Venezuela, Tarek William Saab, ha inviato una lettera alla presidentessa della Camera degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, con notizie sul coinvolgimento statunitense e colombiano nell’incursione via mare all’inizio di maggio di mercenari venezuelani, colombiani e statunitensi: è l’Operazione Gedeone che si proponeva di catturare il presidente Nicolas Maduro, stroncata dall’esercito e dalla guardia nazionale bolivariana. Finora 20 i morti e 60 gli arrestati. Tra loro due mercenari Usa, Luke Denman, di 34 anni, e Airan Berry, di 41, assoldati dalla compagnia SilverCorp, basata in Florida.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

IVANO TONOLI, SEGRETARIO UNIONE CATTOLICA: I GIALLOROSSI HANNO CREATO UN

“Molti commentatori che parlano di Italia Viva insistono su un

Lunedì 12 agosto nuovo appuntamento di GiudiJazz con Crivellari, Bruni

Che un certo tipo di politica populista e demagogica alla

Ma non si tratta della solita scemenza. È un attacco

Continuano ad essere tantissimi i quesiti in ordine alla #Xylella

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.