“Veronica Lario non ha diritto ad assegno divorzio”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
lario

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato da Veronica Lario contro la sentenza della Corte d’Appello di Milano che le aveva azzerato l’assegno di divorzio, precedentemente stabilito dal Tribunale di Monza nella causa di divorzio da Silvio Berlusconi.

La Suprema Corte ha confermato la tesi sostenuta dalla difesa di Berlusconi, assistito dagli avvocati Valeria De Vellis e Pier Filippo Giuggioli, che nel contro-ricorso hanno dimostrato il venir meno del diritto della ex coniuge a percepire l’assegno divorzile.

Secondo i giudici della Corte Suprema, l’elemento che assume “primario rilievo” nell’escludere che Veronica Lario, al secolo Miriam Bartolini, abbia diritto all’assegno di divorzio dall’ex marito ed ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi “è costituito dal fatto della formazione dell’intero patrimonio della ricorrente da parte dell’ex coniuge”.

Patrimonio che le ha consentito “di affrontare la fase successiva allo scioglimento del vincolo in condizioni di assoluta agiatezza”, come evidenzia l’ordinanza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

L’accaduto è stato segnalato ai Carabinieri di Afragola, comune di

SPOLETO – Si è svolto ieri, lunedì 27 maggio, l’incontro tra

Politici, intellettuali, filosofi d’accatto si sono preoccupati molto di definire

Cgil, Cisl, Uil chiedono avvio confronto “Alle Istituzioni chiediamo di

il Parlamento non ha ancora espresso la fiducia al nuovo

Sulla rocca le primitive tribù liguri costruirono un castellaro Per

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.