Vertenza ALMAVIVA Palermo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
67070889_2221011211308244_732272141348634624_n

La segreteria e tutto il gruppo dirigente della SLC-CGIL Messina solidali e vicini ai lavoratori del call center Almaviva Palermo che oggi manifestano davanti alla Prefettura di Palermo.

La mobilitazione di oggi a Palermo dei lavoratori di Almaviva contro i tagli agli stipendi e al personale, fa emergere in tutto il suo dramma l’emergenza lavorativa del Sud Italia e in particolare della nostra Isola. 1600 posti di lavoro a rischio, su 2800, vuol dire mettere in crisi il sistema economico di una intera città come Palermo, che già vive al suo interno tante criticità comuni alla maggior parte delle realtà del Sud. Il futuro incerto di questi lavoratori, non giova al rilancio di una regione che stenta a ripartire dopo anni di crisi. “Una politica poco attenta ai bisogni della popolazione e l’assenza di tutele e vigilanza in un comparto, quello dei Call Center, che in Italia tra aziende conosciute e sottoscala, cuba quasi 200 mila lavoratori, permette ad investitori senza scrupoli di approfittare dell’assenza di trasparenza sui contratti commerciali con i maggiori committenti” dichiara il segretario generale della SLC CGIL di Messina, Antonio Di Guardo. “Occorre un intervento del governo nazionale chiaro e risolutivo sulla lotta alle delocalizzazioni, sulla certezza dei contratti e sul fondo strutturale con una presa di posizione decisa del governo regionale per risolvere una situazione, quella di Almaviva nello specifico, che non può più essere rimandata”, dichiara ancora il dirigente. AMICI SLC CGIL Messina Slc Cgil Nazionale Slc Cgil Almaviva Palermo Cgil Messina SLC CGIL Palermo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In pochissimi mesi decine di aziende che commercializzano frutta secca

Delle famiglie con minori sono state sgomberate in questo inizio

TRENTO – A trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino,

Trieste – Sicurezza sanitaria delle persone e sicurezza sul lavoro.

Alessandro Di Battista pronto a scendere in campo.«Se si tornasse

Sarà inaugurata il prossimo 28 agosto alle 18.30 al Palazzo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.