VILLAGGIO MARTIRANO, SARDONE: “ROM PAGANO SOLO IL 20% DEGLI AFFITTI”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
sardone

“Le famiglie rom che vivono all’interno del Villaggio Martirano (13 nuclei per 49 persone di cui 18 minori) pagano solo il 20% delle quote d’affitto: nelle casse del Comune sono finiti appena 5mila euro, a fronte dei 25mila che i rom avrebbero dovuto pagare. È questa l’integrazione che piace alla sinistra? Ricordo che questo campo era stato venduto alla stampa come il migliore d’Europa, un fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale targata Pisapia. A inizio anno sono stata in via Martirano per un sopralluogo e ho trovato uno scenario desolante: casette devastate, carcasse di auto incendiate e smontate, sversamenti di rifiuti liquidi, montagne di elettrodomestici, bici rubate, cavi di rame. Di recente, con una delibera di giunta l’amministrazione comunale ha pure approvato un progetto definitivo che prevede lo stanziamento di 270mila euro per interventi di messa in sicurezza e ampliamento del campo rom: soldi sperperati dalla sinistra in nome di un’integrazione che esiste solo nelle favole”. Così Silvia Sardone, consigliere comunale ed europarlamentare della Lega. “Ho anche appreso che dal 2015 a oggi sono decadute dall’assegnazione 7 nuclei famigliari per non aver di fatto rispettato il percorso di legalità stabilito dal Comune. Giusto per intenderci, parliamo di un insediamento che nel luglio del 2018 ha visto un maxi blitz dei carabinieri che ha portato alla luce all’interno del campo un vero e proprio bazar del lusso con occhiali, borse e portafogli di marca, oltre ad arnesi per scassinare serrature, binocoli, scanner, imbracature, mentre nel 2016 in via Martirano una lite tra rom si è conclusa a colpi di pistola. Nella risposta che mi è stata fornita dall’assessore Majorino – continua Silvia Sardone – si specifica che l’amministrazione si attiverà per trasformare la funzione del villaggio che sarà utilizzato per l’accoglienza di nuclei famigliari in condizioni di disagio abitativo con un modello organizzativo diverso: ammesso il fallimento, mi piacerebbe che in via Martirano vengano accolte anche tutte quelle famiglie italiane in difficoltà che però hanno la sfortuna di non essere di etnia rom e quindi di non essere considerate dal Comune. Altrimenti – chiude Sardone – l’unica soluzione praticabile è quella dello sgombero del Villaggio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Dopo le elezioni europee, il vertice informale dei capi di

Soddisfatti per l’approvazione della mozione già passata in V Commissione,

“Il PD e Ceriscioli truccano le carte varando la nuova

FIRENZE – Undici disegni fatti in carcere da Pietro Pacciani,

«Altro che Libertè, Egalitè, Fraternità : sfruttate gli africani, pagate

Il presidente ONA Bonanni: “Avanti con il processo con l’auspicio

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.