ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Violenza donne: Guerra, inaccettabile elezione presidente Cotrab

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
guerra

“L’elezione a Presidente del Consorzio Trasporti Basilicata di un uomo, Giulio Ferrara, che è stato condannato in via definitiva per violenza sessuale ai danni di una donna, e che ha sfruttato per abusare di lei, come si legge nelle notizie uscite sulla stampa, la sua posizione gerarchica, è un fatto gravissimo”. Lo dichiara Maria Cecilia Guerra, sottosegretaria al ministero dell’Economia e delle Finanze ed esponente di LeU.
“L’indifferenza o la superficialità con cui si guarda al tema della violenza nei confronti delle donne sul posto di lavoro, laddove sono più esposte a ricatti e abusi, non è accettabile – sottolinea – Non dare il giusto peso a questi fenomeni significa di fatto giustificarli. In questo caso poi la donna sarà vittima una seconda volta. Si troverà infatti come Presidente, nel luogo in cui lavora, l’uomo che le ha usato violenza e del quale ha ottenuto la condanna”.
“Non è pensabile che Giulio Ferrara ricopra la posizione per cui è stato assurdamente eletto. È assolutamente necessario il suo immediato allontanamento”, conclude Guerra.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il “principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti è

Fonseca deve ancora decidere se schierarlo titolare, dopo l’operazione al

Oggi in conferenza delle Regioni e delle Province autonome è

La manifestazione nazionale sulla crisi del trasporto aereo a Roma

soldi

Molto critico il nostro giudizio sul pacchetto di misure per

“Sono tre mesi che il centrodestra avanza proposte in Parlamento

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.