ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

“FALLIMENTO” – di Beppe GHISOLFI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ghisolfi

Tratto da “ Lessico Finanziario “ di Beppe Ghisolfi – ARAGNO Editore

Spesso si dice anche default. Significa che la società non è più in grado di andare avanti e di pagare dipendenti, fornitori e banche. In questi anni di crisi sono numerose le aziende che chiudono. Ci sono varie tipologie di fallimento, con maggiori o minori responsabilità per l’imprenditore. Non entriamo nei particolari. Aziende che falliscono significa meno ricchezza e meno posti di lavoro. Basta seguire le cronache per vedere ovunque operai che protestano per la chiusura delle fabbriche. Per un certo periodo, dopo il licenziamento, scatta sotto varie forme la cassa integrazione e il dipendente riceve un compenso ridotto ma utile per sopravvivere andando alla difficile ricerca di un altro posto di lavoro. Nel 2017 purtroppo la disoccupazione ha superato il 12 per cento, quella giovanile il 40 per cento. Le difficoltà maggiori però le incontra chi perde il lavoro verso i cinquant’anni. A quell’età è raro che venga presa in considerazione una richiesta di lavoro.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Tutti ricordiamo l’immagine di Susanna Camusso e Matteo Renzi che

Le vendite di vino italiano nel mondo sono in calo

Sono qui per dire basta all’evasione fiscale. A quanto ammonti

Sono 12.056 i casi confermati e 553 le morti registrate

“Apprendiamo con sgomento dalle pagine de La Stampa dell’aggravarsi della

Aeroporto Fellini, Caldari ” da Assoaeroporti dati positivi sullo scalo,

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.