ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Campania zona gialla? De Luca contro Speranza e Figliuolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
deluca

Il governatore sul rischio che la regione cambi colore: La metà della responsabilità sarebbe la loro

Campania zona gialla? Per Vincenzo De Luca, “metà della responsabilità” sarebbe di Roberto Speranza e del commissario Francesco Paolo Figliuolo. Nel corso di una diretta su Facebook, il presidente della regione torna ad attaccare il ministero della Salute e la struttura commissariale per i ritardi sui vaccini.

“Per tutti i mesi di maggio e giugno, cioè nel momento di grande impegno dei cittadini nella campagna di vaccinazione, la Regione Campania è stata quella che riceveva meno vaccini di tutte le Regioni d’Italia, una vergogna oltre che un atto di irresponsabilità. Avrebbero dovuto inviare per tempo i vaccini, per la semplice ragione che la Campania è la regione con la più alta densità abitativa in Italia. Qualunque Ministero della Salute o commissario responsabile avrebbe provveduto a fare un lavoro di prevenzione, non lo hanno fatto. Siccome vedo che si parla di zone gialle, se dovessero immaginare zone gialle la metà della responsabilità è di questi signori che se ne sono infischiati delle condizioni oggettive della popolazione campana”, rimarca De Luca.

“Mi auguro ovviamente che non arriviamo a nuove zone gialle – aggiunge De Luca – e mi auguro ovviamente che si ragioni, prima e più che sul numero di positivi, sulla quantità di posti letto occupati negli ospedali e nelle terapie intensive, perché ad oggi è vero che abbiamo un numero elevato di positivi ma non abbiamo una ricaduta in termini di occupazione degli ospedali e delle terapie intensive. Credo che verrà in Campania nei prossimi giorni il sottosegretario Andrea Costa, esprimeremo anche a lui queste nostre valutazioni pesantemente critiche sulla mancanza di correttezza e di capacità di prevenzione da parte del Ministero della salute e da parte del commissario“.

De Luca fa poi il punto sulla campagna vaccinale: “Entro il 20 luglio in Campania arriviamo a 6 milioni di vaccinazioni e a 2,6 milioni di seconde dosi. Entro il 31 luglio arriveremo a somministrare 3 milioni di doppie dosi, quindi entro questo mese avremo 3 milioni di nostri concittadini immunizzati. L’obiettivo che abbiamo è il seguente: fra agosto e fine settembre puntiamo ad avere 4 milioni di cittadini immunizzati con la doppia dose, entro la prima decade di ottobre arriviamo a 4,6 milioni di cittadini immunizzati, che è l’obiettivo che abbiamo in Campania per arrivare a un’immunità di gregge. Questo è il piano di lavoro nel quale siamo impegnati”.

Ieri – prosegue – abbiamo avuto un risultato importante di vaccinazioni, 66mila somministrazioni. C’era stato un calo nei giorni precedenti. I numeri partono da una media di 50mila vaccinazioni al giorno. Credo che stiamo procedendo in maniera tranquilla e sulla base del nostro programma, quindi da questo punto di vista mi sento di rasserenare i nostri concittadini, al netto delle varianti, ma avere per fine settembre 4 milioni di cittadini campani con la doppia vaccinazione è un dato importante che ci deve dare serenità”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La notizia che 110 miliardi di euro di evasione fiscale

terremoto

Sono passati più di tre anni dal terremoto che nell’agosto

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha difeso il ritorno al

L’AQUILA – “Credo che a giugno 2020, quando ci sarà

Non è un’inchiesta di “Chi l’ha visto” (la frase, con

Le scuole di danza ASI, dirette dal nostro Mvula Sungani,

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.